skip to Main Content

Colori: quali scegliere per ogni professione

La scelta del colore nell’abbigliamento è certamente una questione di gusto ma non bisogna dimenticare che ogni colore ha un suo preciso significato e un corretto impiego dei colori può avere grandi benefici anche sul business.

Che ne siamo consci o meno, siamo tutti sensibili a quello che i colori ci trasmettono, sia a livello emozionale che informativo. Il significato che ha per il mondo occidentale il bianco, ad esempio, è molto diverso da quanto rappresenta nei paesi asiatici: questo conferma che la scelta che facciamo nell’acquistare certi capi dovrebbe tener conto del contesto in cui gli stessi verranno indossati.

Analizziamo più nello specifico quali sono i significati dei vari colori e quali sono i settori in cui vengono più utilizzati.

Blu e verde

Il blu è considerato il colore preferito dalla maggior parte degli italiani (55%) e, in generale, della stragrande maggioranza dei popoli al mondo. Contrariamente ad altri colori, è forse l’unico ad essere culturalmente condiviso ovvero non ci sono percezioni molto dissimili circa questa tonalità tra le varie culture. È solitamente associato a sensazioni quali calma, pace ma anche a alta qualità, attrattiva, efficienza, sicurezza e attendibilità. Insieme al verde, spesso nelle tonalità pastello, è molto utilizzato in ambito sanitario perché rimanda anche all’idea di igiene.

Il verde – che pare essere il secondo nella classifica di gradimento degli italiani – rimanda all’idea di freschezza, di natura, di genuinità. Molto utilizzato nei settori legati al mondo agricolo o del benessere naturale, è un colore che dona serenità e senso di rigenerazione.

Nero e bianco

Il nero, nel marketing, è un colore che viene utilizzato per evocare l’idea di potere, affidabilità, determinazione, qualità, eleganza e anche lusso. Viene scelto da ristoranti o locali per trasmettere un senso di affidabilità, professionalità e ordine. Gli indumenti semplici e neri, nella nostra cultura, sono da sempre considerati eleganti.

Il bianco è il colore della purezza e della salute (non per niente il classico camice da medico è bianco ma vi sono anche delle ragioni pratiche per tale scelta). Le divise bianche sono molto utilizzate nel settore della trasformazione alimentare, soprattutto per ragioni igieniche. Bianca è, ad esempio, la classica casacca da cuoco ma questa professione, quanto a fantasie e varietà cromatiche, è fortunatamente un caso a se stante!

Rosso, giallo e arancione

È scientificamente provato che il colore rosso – come anche il giallo – stimoli l’appetito e non per niente i loghi di alcuni colossi del settore alimentare (come ad esempio il fast food per eccellenza e la bevanda gassata più consumata al mondo) lo utilizzano.

Hai mai pensato di che colore è la tovaglia delle trattorie nell’immaginario comune? Esatto, a quadretti bianchi e rossi! Se operi nel settore della ristorazioni la scelta di questo colore può rivelarsi quasi scontata ma per un’ottima ragione. Quindi i colori freddi sono aboliti per i ristoranti? Assolutamente no: scegliere delle divise di colori come il blu può essere un’opzione se si desidera comunicare calma e relax ai propri clienti, rendendo l’atmosfera più formale e raffinata. Non bisogna poi dimenticare che anche i tessuti hanno un ruolo fondamentale: un grembiule con inserti in jeans può essere perfetto per un locale giovanile e informale.

Il giallo è poi il colore dell’allegria e della vitalità. Ha un impiego trasversale ma, trattandosi di un colore “impegnativo” viene sovente utilizzato nelle sue sfumature più tenui. È indicato per ambienti dinamici, giovani e frizzanti (ad esempio per professioni a contatto con bambini e ragazzi o mestieri creativi). Analogamente al giallo, anche l’arancione è un colore che dona energia e calore ed è utilizzabile in molti ambiti diversi.

Viola e rosa

Il rosa nella nostra cultura è un colore prettamente legato al mondo femminile e alle professioni tipicamente svolte da donne. Si trova molto nei saloni di bellezza e nei centri benessere. Si tratta di un colore che rimanda all’idea di dolcezza, tenerezza, senso di protezione e cura. Il viola invece è un colore più controverso e versatile. Non è amato da tutti ma esprime forza, creatività e anche un pizzico di mistero.

Tinte brune e sabbia

Tutto l’universo di colori che fa capo alle tinte brune e sabbiose è utilizzabile in diversi ambiti professionali ma si addice di più al settore dell’accoglienza, della ristorazione e del mondo legato alla natura proprio per la vicinanza ai colori della terra. Si tratta di tonalità neutre e sobrie ma non per questo meno incisive. Rimandano a un’idea di naturalezza e semplicità, di eleganza ma non di ostentazione e a volte anche di “ruralità”. Abbinati ad altri colori e/o tessuti si rivelano capi di gusto e ricercati.

Tutte queste considerazioni possono essere utili nel momento in cui si decide di rinnovare l’abbigliamento del proprio staff o si avvia un’attività nuova ma non va dimenticato che il gusto personale resta un criterio fondamentale nella scelta. Allo stesso modo anche l’arredamento e lo stile del luogo in cui si andrà a lavorare sono importanti. I fattori soggettivi tuttavia sono imprescindibili.

Se hai dubbi o vuoi un parere a riguardo, non esitare a chiederci senza impegno una consulenza stilistica. Saremo lieti di studiare insieme a te tutte le tue esigenze e a proporti i capi più adatti.

This Post Has 0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello
Back To Top